venerdì 29 marzo 2013

Uova, conigli e...

... un pò di relax!
Arrivano Pasqua e Pasquetta, le colombe e il cioccolato, le soprese e un momento di respiro.
Speriamo che arrivi anche la Primavera.

Io ne approfitterò per riordinare idee, appunti, disegni e libri.

Nel caso piova e vi annoiate, date uno sguardo al canale YouTube del Bologna Children's Book Fair, per rivivere o scoprire l'atmosfera di questi giorni.
La prossima settimana racconterò la mia personale visita (e visione) dellaFiera!

Intanto godetevi questo...



... restate collegati e passate a trovarmi lunedì, leggerete l'IntervARTista di un'artigiana incredibile (e non è un Pesce!)

Buona Pasqua...
... e, ovviamente, Buona Creatività a tutti!


giovedì 28 marzo 2013

Di Fiere, illustratori e recensioni!

Oggi si conclude la 50° edizione del Bologna Children's Book Fair, evento di importanza mondiale per il settore dell'editoria per ragazzi e per tutti coloro che ci lavorano o ne sono appassionati.

Illustrilla è in Fiera, ad arricchire occhi e anima di immagini, spunti, incontri, condivisioni, scoperte...
A breve troverete il mio personale resoconto di questo evento, con riflessioni, foto e curiosità.

Nel frattempo, per chi non l'avesse ancora letta, vi segnalo che su Bliblila è stata appena pubblicata una nuova recensione... diciamo dedicata al momento e, in particolare, a tutti i miei colleghi illustratori/scrittori/creativi che in questi giorni son stati impegnati a correre qua e là per i corridoi del BolognaFiere.



Appello ai miei colleghi di matite: guardate queste due immagini:


Se riconoscete le emozioni provate dal piccolo protagonista, se l'immedesimazione è istantanea...
allora correte a leggere questa recensione... è  per voi!

E ovviamente è per tutti!

Buone letture e Buona  Dilagante Creatività!


lunedì 25 marzo 2013

Di rilegature, regali e bigliettini (romantici?) 2.

Come raccontavo in questo post, le mie creazioni si sono moltiplicate nei periodi festivi.
Tra queste, oltre ai regali natalizi, sono state apprezzate (dal destinatario) anche quelle legate alla sdolcinata festicciola degli innamorati e all'assai più divertente Carnevale.

Avevo, un giorno anticipato, che nei miei tramestii avrebbe messo lo zampino Spank... QUI

Senza scendere in particolari privati (che poco interessano), basti dire che io e la mia "dolce" metà siamo, talvolta, come cane e gatto... Spank e Torakiki ci somigliano parecchio quando bisticciano.

Non son mai stata una fanciulla troppo romantica, preferisco il riso e il gioco ai cuoricini.
Ma volendo fare un bel bigliettino per il mio Torakiki, ho girellato un pò nella rete in cerca d'ispirazione e sono incappata in un simpaticissimo tutorial realizzato da Linda (QUESTO) che mi ha dato lo spunto di partenza!
Ecco cosa ne è uscito.

Cartoncini, carte, forbici, colla, bisturi, stampante, stecca osso, qualche effetto di luce... et voilà!

un bigliettino originale

aperto e di profilo
 
particolari
 
giochi di luci e ombre

in chiusura

chiuso, con lo spazio per l'intestazione
 
D'accompagnamento a un regalino (rigorosamente libroso), è stato bello sentirsi dire: "poteva bastare il biglietto... ero già felicissimo!". E sapere che è stato mostrato a colleghi, amici ed esposto in bella vista sulla scrivania.
 
In seguito, ormai travolta dall'allegria di Spank, ho realizzato due semplici mascheroni per Carnevale (festeggiato con amici giocherelloni!).
 
non siamo bellissimi?
 
Buona creatività!

giovedì 21 marzo 2013

Di rilegature, regali e bigliettini (romantici?) 1.

Tra Natale, San Valentino e Carnevale, la creatività e le nozioni apprese al corso di Progettare Libri si sono mescolate dando vita a prodotti d'ogni genere.

Li presento, uno per uno.

Per cominciare, tra scampanellii, lucine e carte da regalo colorate... sul mio tavolo da lavoro son comparsi bisturi, punteruoli, aghi e stecca osso, fogli, cartoncini e carte d'ogni tipo.
Le mani si son messe al lavoro: piega, taglia, buca, cuci, rilega, dipingi e incolla...
Ed ecco due comodi, utili e tascabili quadernetti (o block notes, o sketch book, o...) rilegati (e decorati) alla giapponese.

copyright I.L.A. - i due libri

copyright I.L.A. - il libro di Stefi

copyright I.L.A. - il libro di Barbara

copyright I.L.A. - i dorsi rilegati

copyright I.L.A. - il retro 

copyright I.L.A. - fatto a mano

Presa dalla smania di cucire, annodare e intrecciare... ho impacchettato un terzo regalino in modo assai curioso (facendo impazzire non poco la destinataria del dono)!






E non è finita qui...

Buona creatività!

lunedì 18 marzo 2013

IntervARTista 11° - AlessandroTusino

Nuovo giro di IntervARTiste!

 
Oggi Alessandro ci racconta di una delle sue passioni: costruire biciclette!

Interv(ART)ista
Tot. domande a Alessandro Tusino

 
Chi sei e cosa fai? Dai un nome a Te e alla tua Arte.
Ciao a tutti, sono Ale. Cosa faccio? Bella domanda, tante cose, forse troppe... e poche riesco a portarle a termine, ma quando arriva primavera e fino a fine estate, mi piace passare alcune mie serate seduto su due ruote. Da qui la passione per la bici mi ha portato anche a costruirmene qualcuna.
 
 
 

Perché lo fai? Quando e come hai cominciato?
Tre anni fa rimasi folgorato dall'estetica minimal delle bici single speed e fixed.
Dato che il mio budget economico era limitato (solitamente mi occupo anche di fotografia e chitarra) e spendere 500 euro per una single speed (budget minimo) era fuori discussione, ho deciso di costruirmene una da solo.
È necessario precisare che le single speed sono biciclette dal telaio rigido e classico ad un’unica velocità e, in alcuni casi, addirittura senza freni. Le fixed, che condividono in parte la natura estetica del veicolo, hanno una trazione collegata direttamente tra pedale e pignone posteriore. Questo significa che pedalare all’indietro inverte il senso di trazione e farlo mentre si procede in avanti implica il blocco immediato della ruota posteriore, che fa sì che funzioni da freno.
 
 
Per questo motivo, abitando in un luogo cittadino e suburbano, ho deciso di privilegiare la sicurezza.
Percorrendo le strade con una fixed significa davvero rischiare grosso. I freni sono importanti e devono essere sempre efficienti, per i motivi ovvi del codice stradale.
Per quanto mi riguarda, ho adottato nelle mie due prime creazioni un sistema di freni solo anteriore.
Raccomando a tutti, comunque, per chi volesse cimentarsi o acquistare ex novo modelli di questa categoria di far attenzione a non considerare questo tipo di biciclo una moda o un divertimento.
Usciti dal cancello di casa non ci sono scuse o replay... 
 
 
 

Dove e come? Ci presenti il luogo in cui crei e gli strumenti/la tecnica che usi?
Essendo assolutamente un neofita e non professionista, il mio “luogo di lavoro” resta il mio garage, gli attrezzi sono quelli di famiglia, e i consigli naturalmente si rubano dove si può da internet e dai negozi specializzati.
Il resto è fantasia. 
 
 
 

Chi? Colleghi, clienti, datori: rapporti lavorativi?
Essendo solo una passione non c'è un rapporto di lavoro: niente colleghi, niente clienti. Per il momento...
Io, cacciaviti e pinze, cartavetrata e un sacco di buona volontà.
 
Bianco/Nero: qual è l’aspetto più piacevole e quale il più noioso/brutto/antipatico della tua arte?
L'aspetto meno piacevole è senza dubbio l'attesa, perché si parte da telai usati, vecchi e sporchi, con tutti i problemi meccanici e non che si portano dietro veicoli di ormai 30 anni abbandonati nelle cantine.
Ovviamente l'aspetto più piacevole è il risultato finale, vedere nella realtà tangibile quello che ti sei immaginato per settimane ed era ancora chiuso nella tua mente.
La realizzazione di un progetto è la chiusura di un cerchio.
Inutile dire che a fine giornata le mani saranno nere e sporche, ma fa parte del gioco... (non è proprio come suonare la chitarra). 
 
 
 

Dove vai? Quale sono i prossimi obbiettivi/progetti?
Per il momento non penso e non ho necessità di arrivare lontano. Tutto è nato dalla voglia di costruire qualcosa partendo da una propria idea. Prima di iniziare ho visto, chiaramente, numerosi modelli di marche acclamate in rete. I prezzi erano tutti fuori budget, arrivando addirittura a 2000 o 3000 euro. Per me, essendo una moda del momento, questi costi sono eccessivi. Ho preferito in una sera di fine primavera cominciare a scartavetrare il telaio di una vecchia bici di famiglia ormai in disuso e arrugginita; smontandola e iniziando a immaginarla finita...
Questo è stato l'inizio, dove andrò non si sa. 


 
Ci mostri la creazione, secondo te, meglio riuscita o che meglio ti rappresenta?
Questa, realizzata per un’amica.
 
 
  
 
 
 
 
 
 
Dove possiamo trovarti?
A casa?
Non essendo un professionista, non ho recapiti particolari. Al massimo, posso dare qualche consiglio a chi vorrebbe cimentarsi in imprese simili o, perché no, restaurare da capo la vostra vecchia bici, rispettando le vostre idee e possibilità.
Se volete potete contattarmi via mail.
 
 
Un Grazie restaurato ad Alessandro, per la partecipazione e per avermi permesso di pubblicare le foto delle sue creazioni.
 
Buona Creatività!

venerdì 15 marzo 2013

Di pigiami, giochi e votazioni...

Ricordate che un paio di settimane fa avevo segnalato un simpatico gioco-concorso per costumisti del pigiama, organizzato dai Topi?

Ebbene, in molti hanno partecipato alla pre-selezione.
Me compresa.
Avendo più pigiami "ideali" nella testa, ho invitato un paio d'amici a fare da modelli...
Una serata spassosa, non c'è che dire... (bhè, forse non proprio tutti erano d'accordo).

immortalati in una foto
 
Ahinoi, non siamo stati selezionati nei primi 20 che ora si contenderanno la gloria dei Tre Vincitori.
Ma essendoci divertiti tantissimo... vi invitiamo tutti a correre sul Blog dei Topi, dove la gara è aperta, e votare il vostro Pigiama preferito!
 
Noi l'abbiamo fatto!
 
Buona Cretività e Buoni Pigiami!

 

giovedì 14 marzo 2013

Condivisioni, libri e...

... ultimi appelli.

1) Su Bliblila trovate una super recensione... correte a leggerla!



2) Ultimo paio di calendari 2013 da adottare. In offertissima, a metà prezzo (anzi meno).

 
 
3) L'elenco delle condivisioni artistiche cresce, dategli un occhio (anche due!)
 
 
 
E tra pochi giorni... una nuova unica IntervARTista!

Tanta Buona Creatività!