mercoledì 26 settembre 2012

5° IL corso con Carll CONCLUSIONE(?)

LA settimana con Carll è stata piena di sorprese.

Consapevolezze, difficoltà, crisi, mostri orrendi, sgorbi, ribellioni, asini che ballano, cani pittori, dirimpettaie prima in lacrime poi lanciate nella nuova filosofia "L'IMPORTANTE E' NON PIANGERE!", scoperte improvvise, porte aperte su mondi che nemmeno immaginavo...

il meraviglioso lupo Nero è della mia Dirimpettaia!
E LUI, De Meester.
De Meester, so che sei timido, ma non posso non presentarti almeno un poco!
Te lo meriti!

Carll è una persona di cuore.
Sorridente, ironica, timida ed estroversa allo stesso tempo.
Coglie il meccanismo da correggere con un solo sguardo e ti guida al cambiamento con una sola parola.
E' davvero De Meester.


E dietro tutta la sua professionalità, come ogni artista e umano, ha due deboli: i maiali e una canzone.
E i maiali e LA canzone sono diventati i veri tormentoni della nostra estate (nostra = corso Cneut 2012).

Ne siamo stati totalmente travolti e... i miei compagni di tavolo si sono trasformati...


... e non solo loro!


E non solo a scuola!


Un vera epidemia, maiali ovunque, musica ovunque!
Davvero ovunque...


Insomma, il bilancio di questa settimana creativa è assolutamente positivo!
Folle, improvviso, sorprendente!
E vorrei ringraziare tutti coloro che ne han fatto parte: compagni corsisti, compagni di altri corsi, la mia mitica dirimpettaia, tutta la Fabbrica delle Favole, Macerata, i maiali, Anna Castagnoli e il suo post e ovviamente... De Meester e la mia Mano sinistra!

E a tutti dedico (anzi: alzatevi a cantatela come si è fatto durante il corso!) TIRITOMBA!



Buona creatività!
E... ovviamente: continuo!
 
 
Le puntate precedenti:
 
 
 
 

5 commenti:

  1. :-D!
    Poi ci farai vedere le famose tavole di musicanti di Brema a Bo?

    RispondiElimina
  2. Certo... te le mostrerò cantando Tiritomba!
    ;)

    RispondiElimina
  3. siii! Anch'io sono curiosa! Che bella questa esperienza, io non so se ne farò mai perché sono timida nel mostrare i miei lavori quando non sono finiti

    RispondiElimina
  4. Volevo rimanere anonima ma siccome sono stata nominata e immagino che in tanti si staranno arrovellando (ahahahah) per capire chi è la mitica dirimpettaia allora ho deciso di intervenire: ebbene sì sono io!
    Mie sono le lacrime e mia la conversione mistica! Solo io potevo scegliere come mentore un asino fumante o fumato :)
    Comunque è verissimo sono in possesso di una copia dell'asino fumante che ho appeso davanti alla scrivania e a cui mi rivolgo nei momenti di crisi e mi pare quasi di sentire la sua voce potente e roca che mi dice "Ricorda Rossana l'importante è non piangere!"

    Grazie Ila per il dono prezioso del mentore e ancora complimenti per aver dato nuova vita al cane e all'asino, una vita alternativa ma espressiva e movimentata che sarei curiosa di vedere raccontata.

    Grazie anche per questo post, io c'ero ma la tua visione è sicuramente interessante e spero ci sia ancora qualche puntata, anche perché non hai svelato qualche piccolo mistero e io sono curiosa, ahhh che nostalgia!
    Ci sarebbero da fare altri ringraziamenti ma spero di trovare il tempo di farli dal mio blog nel post "Dal punto di vista della dirimpettaia" :)

    RispondiElimina
  5. Ross, grazie del commento bellissimo.
    E della tua auto-rivelata-presentazione ;)

    Sì sì, scrivi il tuo post!
    Sono curiosissima!

    E tu e l'asino... non fumate troppo nè!

    RispondiElimina

Se vuoi lasciarmi un commento, puoi farlo qui :) Grazie!