lunedì 3 febbraio 2014

Febbraio... e vecchi "buoni" propositi.

Siamo a Febbraio, il mese più corto dell'anno!

Io lo comincio sempre festeggiando:

- l'1 una persona importante
- il 2 la Candelora (e se il detto è giusto, siamo alle porte d'uscita dell'Inverno!)
- il 3 San Biagio  con il panettone (se non conoscete la tradizione milanese, andate a leggere quel che ho linkato).

Nonostante la pioggerella fitta e umida che continua a scendere, mi auguro un mese ricco di colore e attività (e di giochi!).
Giriamo la pagina del calendario e...

Facciamo che ero... un Capo Indiano e questo era il mio Tepee!
 
Se a Gennaio stavamo in casa, a Febbraio usciamo e riprendiamo a muoverci!
Se a Gennaio tutti fanno buoni propositi (per esempio la mia omonima e bravissima Ilaria), io ho solo promesso di farli, ho rimandato e ho pensato di farli a Febbraio.
 
Ma dato che Gennaio è sempre un mese di rimuginamenti profondi (nella vita precedente dovevo essere un'orsa...) sono giunta a semplici considerazioni.
I buoni propositi sono divertenti nel farli... ma poi si mantengono sempre a metà o quasi.
Perché le situazioni cambiano, perché i desideri si modificano, perché la volontà prende altre strade (e pur se naturale, alla fine ci si sente sempre un po' in colpa).
I buoni propositi vanno sempre di moda, ma io non son mai stata alla moda.
I buoni propositi vivono nel futuro. Io no.
 

Quindi ho deciso che non farò propositi di nessun genere.
Mi dedicherò esclusivamente a vivere il momento presente e a fare (al meglio) quel che ho da/voglio/posso/devo/sento di fare.
 
 
Con tanta, tanta Buona Creatività!
 

Nessun commento:

Posta un commento

Se vuoi lasciarmi un commento, puoi farlo qui :) Grazie!